La Domenica con voi

Inizia il freddo, le giornate diventano uggiose, l’autunno si inoltra. È una stagione lenta ed inesorabile ma altrettanto meravigliosa per noi cuochi. Le nostre cucine si riempiono di frutti incredibili che la terra ci dona. Le castagne, le mele, la zucca, i funghi, i tartufi, i cachi, le pere, l’uva, gli agrumi incominciano a sprigionare la loro massima dolcezza e profumo.

Tortino di mele caldo con crema inglese e quenelle di gelato alla vaniglia Bourbon del Madagascar

TLF-106

Questo è il motivo per cui apriamo la Domenica a pranzo; si, proprio la Domenica che è un giorno di festa, un giorno dedicato alla famiglia, un giorno in cui si ha voglia di uscire a pranzo ma, con l’accoglienza ed il calore di casa e noi siamo qui alla Fricca per condividere con voi questo caldo abbraccio, reso ancora più forte da questi doni meravigliosi della natura.

Crostatina croccante con Brie de Coulommiers, pera coscia caramellata al Calvados e marroni del Piemonte

IMG_9023

Doni che scaldano il cuore e l’anima, che mi fanno dire a gran voce…

La mia casa, Il Ristorante!

L’amore e Basta

L’Amore e basta. L’Amore è cura.
La cura del cibo, dei piatti da gustare. La cura dell’ambiente e la cura delle persone, quelle che vengono a trovarci e quelle che, con noi ogni giorno, affrontano con passione questo lavoro portando con sè il bagaglio della loro vita e, a volte, anche il peso ma soprattutto l’amore per quello che fanno e la voglia di fare meglio ogni giorno.
Perché quello che ci rende unici a La Fricca è l’UNIONE. Quindi un grazie speciale ai miei collaboratori-amici che con la piacevolezza che li contraddistingue rendono il mio Ristorante un luogo in cui vivere e stare bene: una casa, una famiglia dove abita l’Amore e basta. L’amore basta.

LA CUCINA DEL CUORE: TRADIZIONE O INNOVAZIONE?

Non può essere una scelta. Per arrivare all’innovazione non si può trascurare la tradizione, alla quale io sono molto legata per ereditarietà familiare. Ci sono piatti che mi fanno sentire a casa come quelli che, mia Mamma Luisa (grandissima cuoca), mi ha insegnato nel corso del tempo.

Ecco perché durante la prossima stagione autunno/inverno voglio proporvi il “Piatto Domenicale” che potrete gustare con la vostra famiglia solo nel pranzo della Domenica. Una vitella farcita col ripieno del cappone di Natale di Mamma Luisa, composto da una selezione di carni sminuzzate e miscelate con noci, prugne, mele e castagne. Una vera delizia per il palato, il tutto cotto in sottovuoto a bassa temperatura.

image1 3L’innovazione fa l’occhiolino alla tradizione in uno di quei piatti che risvegliano i sensi, i ricordi e il cuore.
Perché se il cuore ha una memoria, le mani ne sono la sua massima espressione: L’espressione dell’arte in cucina, nella cucina del cuore.